Home / Territorio e Comunità / terred'acqua / poesia / Una vita trascorsa a guardare le rane…

Una vita trascorsa a guardare le rane…

Kobayashi Issa dedicò cinquantaquattro haiku alle lumache, duecentotrenta alle lucciole, oltre centocinquanta alle zanzare, quasi duecento alle rane. Dal suo canzoniere, traiamo tre opere che sviluppano altrettanti aspetti delle terre d’acqua.

In questi tre componimenti, egli passa dal doloroso ricordo del villaggio d’un tempo (“quando la miseria s’accompagnava alle pulci e alle zanzare degli acquitrini, e aveva il volto dei «bambini magri»”), all’estrema compassione per i gracili abitanti delle terre d’acqua, fino ad uno sguardo, non privo d’ironia, su questa sua attenzione per i batraci e gli altri viventi della palude.

Gocha gocha to

Yase nomi yase ka

Yasego kana

Confuso miscuglio –

magre pulci magre zanzare

e bimbi magri.

Yasegaeru

Makeru na Issa

Kore no ari

Gracile rana –

no, non venir meno!

Issa è qui.

Ore to shite

Nirami kurasuru

Kaeru kana

A guardarmi fisse

trascorrete la vita,

o rane.

da: Il muschio e la rugiada. Antologia di poesia giapponese, a cura di Mario Riccò e Paolo Lagazzi, Rizzoli, Milano 2002, pp. 142, 144 e 159.

 

Kobayashi Issa (1763-1828) è considerato in Giappone “uno dei più delicati e intensi cantori delle rane. Durante la sua vita non l’abbandonò mai il ricordo della campagna dov’era cresciuto, tra i riquadri d’acqua delle risaie e i concerti delle rane a sera. Per lui la bellezza si annidava nella vita d’ogni giorno, nei gesti più comuni, nelle cose inappariscenti”. (Riccò e Lagazzi, pp. 22-23). Il suo canzoniere è la negazione degli estetismi, a favore di uno sguardo attento alla vita nelle sue espressioni anche più minute, in coerente continuità con la pietas buddhista e la sensibilità giapponese. Perciò egli così ci ammonisce e invita: “Le verdi glume dell’orzo sono più commoventi delle peonie” e “Invece di dilettarti in giardini fioriti, piegati a coltivare un campo di riso dietro casa”.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi