Home / Territorio e Comunità / terred'acqua / La rana di Matsuo Basho

La rana di Matsuo Basho

Matsuo Basho così descriveva, nel suo più celebre componimento, il balzo d’una rana dentro un vecchio stagno.
Le 17 sillabe di questo haiku illuminano la connessione vitale tra terra ed acqua che questa nostra antologia vuol indagare. Perciò l’abbiamo preso a spunto anche per animare il logo del progetto Terre d’Acqua.
La fortuna italiana di questo breve componimento poetico è raccontata dal libro di Pagli che, a modo suo, ricostruisce la fertilità letteraria di quel vecchio stagno.

Furuike ya
kawazu tobikomu
mizo no oto

Vecchio stagno
una rana si tuffa
un suono d’acqua

da: Paolo Pagli, La rana di Basho. Un haiku e cento anni di traduzioni italiane, Edizioni Ets, Pisa 2006, p. 17.

Matsuo Basho (1644-1694) è stato un poeta giapponese del periodo Edo. Nome originale Matsuo Munefusa, probabilmente il massimo maestro giapponese della poesia haiku.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi